1990 | CULTURE GATE | SHIGEKO KUBOTA

Culture Gate (La Porta della Cultura)
di Shigeko Kubota

32 monitor disposti sulle due facce di una porta di metallo, 2 videoregistratori

“Ho progettato una porta per la perfetta bellezza del Parco della Villa Comunale di Taormina, come se esso fosse stato fatto da Dio…la porta è un simbolo dell’ingresso nella terra di Dio e di Buddha”, scrive Kubota a proposito della sua Culture Gate. L’anima zen della cultura orientale e l’anima mercuriale di quella occidentale si congiungono nel perfetto teatro all’aperto della Villa di Taormina in un’enorme video-porta della cultura, costituita da 32 monitor, da cui si diffondono, sulle due facce, immagini elaborate elettronicamente di ciliegi in fiore: il paesaggio naturale e mediterraneo del luogo si fonde con quello elettronico, artificiale e orientale dei rock garden.

Stefano Scipioni

Stefano Scipioni

Lascia un commento